fbpx
Mamma si rifà le tette: come insegno l’autostima… se ricorro a ritocchi estetici? Articolo Precedente Disciplina dolce: il... Prossimo Articolo Aumentare l’autostima...

Mamma si rifà le tette: come insegno l’autostima… se ricorro a ritocchi estetici?

Se una mamma si rifà le tette, il naso, se fa la liposuzione o altro, sta mandando messaggi sbagliati sul corpo e l’autostima ai suoi figli?

Ormai i miei amici che mi seguono su Instagram, perché innamoratisi della disciplina dolce, lo sanno, perché – con un po’ di emozione, dubbi e imbarazzo – l’ho annunciato.
Mi sono sottoposta a un intervento di mastoplastica additiva come auto-regalo di Natale (cioè, mi sono rifatta le tette).

Perché lo faccio? Perché lo dico? E come si addice questa scelta a tutti i messaggi sull’autostima e l’accettazione che ogni giorno, da mamma e educatrice, cerco di trasmettere alle mie bambine?

Cerco di rispondere a tutte queste domande per parlarne un po’ con tutti e tutte voi.

Perché mi rifaccio le tette?

rifarsi le tette dopo il parto

Diciamoci la verità: oggi con un reggiseno imbottito, anche il seno svuotato e cadente è nascosto benissimo.

E poi, “siamo tutte belle così, con i nostri amabili difetti… dolcemente complicate” (alert ironia!!)

Ecco i primi pensieri che arrivano quanto una mamma si rifà le tette o paventa l’ipotesi di farlo.

Quando una donna inizia a pensare all’ipotesi di un ritocco estetico, per soli fini estetici, si trova intorno svariate correnti di pensiero e opinioni:
chi ti dice che “dai, non ti serve, sei così bella!”, oppure “impara ad accettarti” e dall’altro lato quelli che giudicano, perché è pura vanità, perché le cose importanti sono altre, perché è un costo che si toglie da cose reputate prioritarie.

In tutti i casi, anche quando non si tratta di opinioni fortemente giudicanti, si tratta pur sempre di un’invasione di campo del tuo spazio decisionale.
Perché se è vero che con il giusto reggiseno (o con il giusto make up o taglio di capelli o abbigliamento se si parla di altre parti del corpo) “ne esci bene”, quando nessuno guarda, davanti allo specchio ci sei solo tu.
Ed è a te stessa che devi rispondere delle cose che proprio non ti fanno stare a tuo agio, in ogni aspetto della vita.

Un grande errore: pensare che l’autostima abbia a che fare con l’estetica.

puoi essere una mamma vanitosa

Da ragazza dicevo che non mi sarei mai rifatta niente, che non sarei mai ricorsa alla chirurgia estetica, e non perché sia mai stata contraria bensì perché pensavo che sarebbe stato meglio lavorare sull’autostima.

E infatti l’ho fatto. Come nel caso di tantissime donne è stato un percorso lungo, con alti e bassi, un percorso mai del tutto terminato.

Il punto è che io ho autostima, come moltissime donne e mamme che ricorrono alla chirurgia estetica.
So di non essere infallibile, ma so di impegnarmi nell’essere una brava persona, una brava professionista, una compagna di vita per le mie amiche e per mio marito.
So che le mie bambine sono felici e so che posso aiutarle a crescere felici.

Mi rifaccio le tette, eppure ho stima di me e mi trovo anche bella, se proprio devo essere sincera.

L’autostima ha davvero poco a che fare con l’accettazione o non accettazione di piccoli aspetti del nostro corpo.

Possiamo avere una forte autostima e persino un forte ego eppure non voler più vedere quel seno svuotato dall’allattamento, o quel naso che con una modifica darebbe armonia migliore (a nostro insindacabile giudizio personale) al viso.

In alcuni casi è proprio la capacità di rimetterci al centro di una scelta sul nostro corpo ad essere sintomo di autostima.
Perché a mio marito vado bene così, per le mie bimbe sono la più bella del mondo, ai miei follower… figurati se pensano alle tette.

Ma oltre a tutte queste persone ci sono io e quello che mi serve per stare bene.

Dare un buon esempio nella costruzione dell’auto accettazione e l’amore per sé non ha a che fare con l’estetica.

autostima di una mamma

Quindi, care mamme che sentite la voglia di cambiare qualcosa del vostro aspetto, tra i dubbi che possono portarvi a fare o non fare questa scelte, non mettete di mezzo l’esempio ai figli.

L’esempio da dare ai figli è, anzi, spesso uno scudo dietro al quale ci nascondiamo per non prendere delle decisioni che ci renderebbero felici (tra cui fare un viaggio, accettare un lavoro, cambiare qualcosa di importante nella nostra vita).

I figli meritano attenzioni, cure, amore… e genitori felici.

Io, quando lavoro insieme alle mie bimbe per aiutarle a costruire la loro autostima, faccio queste cose.
E comunico con loro così.

E sono tutte cose che posso fare anche con un paio di tette nuove 😉


Quando ho scritto questo articolo non avrei mai pensato di ricevere insulti e messaggi svalutanti nei social. Al punto di passare una serata a piangere e sentirmi ferita nel mio “io” più profondo. Ma oggi a mente serena vorrei ringraziare la mia community VERA, che mi ha supportata e sostenuta, facendomi capire che la scelta di condividere il mio percorso è un messaggio che ho fatto bene a raccontare.
Grazie a ciascuno di voi.

4 Commenti

  • Avatar
    Greta Pubblicato il 20 Dicembre 2021 10:38

    Elena, ho atteso il tuo articolo per esprimere il mio (inutile e non richiesto):
    Non sarei mai arrivata all’unfollow, mai e poi mai all’insulto.
    Ma una perplessità l’ho avuta e vorrei condividere una riflessone, un quesito al quale non credo di aver trovato risposta nell’articolo.
    Quando mi trucco e mia figlia mi chiede perchè, sono sempre in difficoltà. Non vorrei dirle: per correggere un difetto. O “per vedermi più bella”. Perchè ho sempre pensato che potesse essere “pericoloso” soprattutto per una femmina.

    Non so se riesco a far passare ciò che intendo… viviamo in un mondo che ti dice che sei “sbagliata”, in continuazione. troppo grassa/magra/piatta/tettona/chiara/scura…in continuazione.

    Al di là dell’aspetto relativo al peso legato alla salute, almeno in famiglia forse non dobbiamo far passare il messaggio (trito e ritrito, lo so, ma rende l’idea) che “andiamo bene così come siamo”?
    Al tempo stesso, mi rendo conto che ciò stride fortemente con il proposito di essere sinceri con loro. Perchè gira che ti rigira, posso anche dire che “sono perfetta così come sono” ma se poi senza quell’eyeliner non esco di casa… prima o poi pure lei capirà che non ero sincera….!

    E’ vero, tu dici che lavori sulla loro autostima ogni giorno, da sempre..e ci spieghi anche come (grazie!), però al tempo stesso stai dicendo loro che se non gli piace qualcosa possono intervenire e cambiarlo. Non che devono imparare ad accettarsi.

    Insomma sono confusa a riguardo, però di una cosa sono certa: ti ammiro e stimo, tanto quanto prima!
    non giudico la tua scelta, affatto. Mi chiedo solo quale sia l’approccio migliore.
    Un abbraccio

  • Avatar
    Cristina Pubblicato il 20 Dicembre 2021 11:58

    Come ti avevo già scritto, lascia perdere, non dare importanza a tanta cattiveria e anche invidia.. Capisco il tuo dispiacere, tu sei una mamma e donna intelligente… Hai fatto bene se ti fa stare bene!!! Ti abbraccio una “mamma grande” ❤️🤗

  • Avatar
    Diana Pubblicato il 20 Dicembre 2021 12:45

    Bellissimo articolo! Come sempre spunto di riflessione ed esempio di sincerità e trasparenza! Hai colto un’altra occasione per insegnarci qualcosa di importante e sopratutto per riflettere quanto ancora ci venga da giudicare gli altri! Super! Spero che questa tua scelta ti aiuti e ti renda felice come meriti di essere ♥️ Come tutti meritiamo di essere 💪🏻

  • Avatar
    Cristina Pubblicato il 8 Agosto 2022 15:07

    Ciao Elena, non è da molto tempo che ti seguo, eppure ci vuole tanto coraggio per mettersi a nudo e scrivere nero su bianco riguardo alle proprie fragilità, paure e debolezze…..
    In fondo sentirsi bene passa anche dal corpo e dal bisogno talvolta di usare un po’ di magia se si può e se non danneggia gli altri…..che male fa!!!
    Non so se mai passerò dalla chirurgia, però fa sempre bene sapere e ricordare che i giudizi feriscono e che è bene farne a meno, fare un passo indietro e rispettare i desideri degli altri.
    Cmq complimenti Tette splendide😅😅😅😅

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©2021 Elena Cortinovis, Educatrice - Disciplina Dolce
Tutti i Diritti Riservati.
P. Iva 04461150163